Voci Nella Notte

Benvenuti tra le Voci Nella Notte, la sezione di Aloangaset.it dedicata alle parole sussurrate dalla notte ed ai suoi autori.

42 Voci Nella Notte pubblicate.

Di seguito le ultime venti Voci Nella Notte pubblicate dalla più recente.

Voce nella notte

Attraverso i tuoi occhi la notte viaggio tra le stelle e la luna.

APÒ TU LEREIN

Se pensi ch’io mi sbagli
guarda il fondo del bicchiere,
il giardino di conchiglie,
affiora il lezzo di lavanda,
il canto di balene.
Fuggivamo fra topazi accesi
di burrasche,
il falco pellegrino sorvolava
crepanze di ciglioni,
scogliere albine,
viluppi di ligustri.
Sbagli se guardi
i punti di gramigna
d’immote fiorescenze,
  l’imponderabile apparenza
sterile mermanza,
l’indefinibile altrove
la forma del vaso
il rimorso dello scorpione.
Thea Matera©️
(Copyright 2022 ©️)

Dolce notte

Dolce notte
a chi dorme,
dolce notte
d’amore
a chi fa l’amore
dolce notte
a chi sogna
e spera
in un domani
migliore.

Luigia Ilari

sul futuro

Il futuro è come il cielo notturno. Immenso, sconfinato, insondabile. La verticale che unisce il tuo sguardo al cielo collima con la linea orizzontale che unisce l’istante presente al futuro.

BAIGNÉ PAR LA LUMIÈRE

Andavamo, ebbre lanterne,
per mostre d’arte
in cerca di ludiche anticaglie,
propaggini frugali,
a guardare, tèndini,
la piega fatalista,
la miccia di frumento,
la luce mutevole
del pettine rado,
l’assedio dell’onda di fango.
Non si ravvede il canto ribelle
– corde pulsum tangite –
la foto strappata di un volto,
il lembo dell’occhio nero
a destra della luna,
di lampade ad olio
nella foschia di pece,
un canto di nebbia
di algide presenze
in abito da sera.
Moire gravitano
sulla lama del foglio,
in un’aria di fosforo
limano il filo di lana
sulla rotaia punta,
sul contorno
di balze sforbiciate
di fossili alpestri,
fintantoché non giunga
in limine il polso flesso.
Fa’ che sia importante
il fondo di ogni verso,
ricopia ogni parola
sulla campata sdrucciola,
ricopri la parola da ogni lato,
non perderla fra brogli d’orzo
e zampe di cristelle.
Il lupo fissa di lontano
il paesaggio innevato
e, solitario,
si perde nel corrusco,
dove il poeta rude
zufola del croco
e di nocciòli nivei,
e l’orologio molle
mostra l’ora inerme
sulla costa di tormalina.
Thea Matera ©️

CECI N’EST PAS UNE PIPE

Me ne andavo
per strade di carta,
mentre la luna si smezzava
sui merli di torri sospese
ed il fumo di comignoli pensanti
come teste fra le nuvole,
baluginava di smeraldo.
Acefali cappelli spagliati
sopra tetti neroavorio
pèndevano su tegole d’amianto,
lungo orbite di spigoli affocati.
Piedi di cera fanno piroette
e giri di parole
in scarpette di macramé,
e la sagoma impietrata
della limonaia
fa del cespo di more
un taglio di vapore.
Lo strato semplice
di pittura solida
linea il tralcio declinante
di Petrèa chartreuse,
poi fa un salto
all’indorata pèrgola,
alla sempiterna rèdola.

Thea Matera

La notte

Sfilo i colori del giorno per far tramontare quelli della sera, trattengo i fili più resistenti per tessere le oscurità della notte, i più fragili per far entrare le stelle e quelli frangibili per farle cadere nei desideri.

Buonanotte

Mi sto domandando perché la notte arrivi sempre di notte
Massimiliano Terra

Buonanotte

Mi sto domandando perché la notte arrivi sempre di notte
Massimiliano Terra

Novalis

Gli "Inni alla notte" di Novalis traducono l'afflato mistico di un grandissimo poeta tedesco che ha vissuto in un modo del tutto singolare la propria adesione alla "Romantik", il romanticismo tedesco. La notte è un luogo metafisico, la porta di accesso all'Altrove. Un santuario che dissolve la prosa della vita quotidiana e ci immette nella dimensione di un pensiero poetante che attinge alle sorgenti dell'Infinito. Stupefacente prossimità con il Leopardi dell'idillio omonimo!

cielo e futuro

Il futuro è come il cielo notturno. Immenso, sconfinato, insondabile. La verticale che unisce il tuo sguardo al cielo collima con la linea orizzontale che unisce l'istante presente al futuro.

Monti

Monti innevati, ali spiegate e il bubolare del gufo reale, vola libero in un cielo stellato dipinto di blu.

Luigia Ilari

Luna

Il mare luccica al chiaro di luna,
guizzano i pesci sul fondo marino.

Luigia Ilari

Sogni

Quello che rimane sospeso di giorno, i sogni lo riprendono di notte.

Coperta di cielo

Il giorno diede posto al silenzio della sera, la sera diede posto all'oscurità della notte, la notte cercò la luna, e la luna cercò le stelle… e infine si chiusero gli occhi del mondo in un dolce sogno coperto dal cielo.

la notte di Novalis

Novalis, come la maggior parte dei romantici tedeschi, inneggia alla notte come al momento della totale trasfigurazione dell'esistenza. I suoi "Inni alla notte" sono una liturgia che non celebra affatto l'oscurità di contro alla luce della "ratio" illuminista, come spesso si ripete. La notte celebrata da Novalis è il regno della profondità insondabile che redime l'essere umano dalla stanca superficie del giorno, sottomessa al principio di prestazione e al dominio dell'utilitarismo.

La notte

Il cielo trapuntato di stelle, la notte si avvicina è bello pensarti prima di addormentarmi, spero di sognarti e chissà, forse un giorno amarti.

Luigia Ilari

Speranza

In un cielo stellato nei cuori riecheggia la speranza e la vita mostra il sorriso migliore.

Luigia Ilari

Il temporale

Lampi accecanti, rimbombano i tuoni, pioggia torrenziale, in una notte da lupi.

Luigia Ilari

La valle

background night sky with stars. grass.

Risuona l'eco nelle vallate, in una notte ricoperta di stelle.

Luigia Ilari

Pubblicità

Seguiresu Twitter

Categorie

Archivi

Pubblicità

Secured By miniOrange