SOPRA UN FILO DI SETA (Nuances d’Ambre)

Un rombo gira
sopra un filo di seta,
sbocciano le rose paglierine immense di petali.
Sento l’ oblio
sciogliermi le vene,
dense di silenzi,
si rompono le corde
del mio fiato,
arranco nell’insidia
di un ricordo.
Le nuvole roteando
sconvolgono il cielo
d’ ebbra bellezza,
l’ aria fuori si muove,
scuote gli spazi…
un suono di latta
s’ infrange fra mille risa.
Congiungo i punti che ho distribuito sul foglio,
il taglio rugginoso
del muricciolo sghembo
s’inchiostra di acerbi viticci.
Si mesce al moto rallentato
d’ un soffio di mimosa
il repentino meriggiare.

Thea Matera