Benvenuti su Aloangaset.it

Dal 1998 abbiamo accolto opere di numerosi autrici ed autori contemporanei,

cercando di dare spazio alla creatività e alle parole, sempre gratuitamente.

Oltre alle poesie, raggiungibili all’indirizzo www.poeticontemporanei.it   ,

le opere sono classificate in altre tre categorie :

il Diario, i Pensieri e le Voci Nella Notte…

Aloangaset, le ali dei tuoi pensieri…

Poeti
Contemporanei

Naviga nel mare delle parole,

condividi con il mondo

le tue poesie.

4387

Poesie pubblicate.

Diario

Le pagine del tuo diario :

racconti, articoli,

commenti sul mondo.

708

Pagine di diario pubblicate.

Voci nella Notte

L’elenco delle frasi,

parole e pensieri

suggerite dalla notte…

46

Voci nelle notte pubblicate.

Pensieri

Frasi  brevi

aforismi

pensieri…

452

Pensieri pubblicati.

Le ultime opere pubblicate

AD UN AMICO

Mi diceva un giorno me ne andrò e intanto beveva.
Mi parlava del vino ed intanto fumava.
Rideva del tempo, di noi e di come si era fieri.
Ma poi, ignari del vento finì che questo era già ieri.

La sabbia dei ricordi

La sabbia dei ricordi Ricordi??? Nel silenzio del tempo ancor spesso nella mente mia arriva come fulmine a ciel sereno quel giorno che tra cielo e mare ci fece volare sulle ali dell’amore per la vita. Mare e cielo sconfinavan all’orizzonte nell’orgoglioso lor fraterno abbraccio e le ridenti placide bianche onde spumeggiavan a ridosso di piccoli scogli mentre noi due in quel ridente quadretto ornato dal fondo di verdi monti lasciavam la nostra fresca traccia nel rincorrerci sorridenti su quella sabbia girandoci di tanto in tanto a guardar le impronte che s’imprimevan sproporzionatamente su quel littato grigio in quella serena frescura mattutina avvolti dalla gioiosa brezza che saliva dal mare. Ricordi??? Abbiam corso a perdifiato sotto quel limpido cielo che ancor il sol non s’era fatto tutto suo per poi abbandonarci sugli scogli ansimando e guardandoci negli occhi col cuor in pompa magna che facendoti chinar il capo ti donava un sorriso tutto gioia e paradiso. I piedi a mollo agitati in quell’acqua di cristallo dove del fondale l’acqua color smeraldo sapeva con i suoi riflessi purificare l’animo. Rocce e sassi brillavan di ramata luce che con te al fianco mi facevan sognare l’amore ed in testa per il ripararci dal sole che col suo raggio di sorriso s’apprestava ad infuocar quello splendido paradiso sfoggiavam i colori della notte e del cuore. Ricordi??? Ricordi che or vivono solo in me in quel silenzio che adorna il mio tempo e nel quando nel mio raccolto scrivo di te. Pensieri e ricordi che risorgon dal mio cuore essendo traccia indelebile di un tempo d’amore che mai si può scordare quando volando con le ali aperte del cuore si arriva alle soglie del paradiso. Su di te ho scritto fiumi di parole ma ricordo che son sempre uscite dal letto del cuore
e a volte mi son detto che ormai c’era la piena ma il cuor ha in se un continuo cantico ed allor penso che sarà lui quell’argine che quando del fiume arriverà la vera piena saprà indicarmi quel molo che mi porterà nel definitivo silenzio dove anima e cuore sapran abbracciarsi al suo fiore. Nilodan 03/09/2009

Senza…Trama

Senza…Trama Solo macchie su fogli bianchi Spruzzan quei pensieri stanchi che s’accavallano nel recinto della mente che è un labirinto il tutto senza una definita trama che ripassando poi con nuovo proclama immette in circolo idee che non fan testo ed allora bisogna tenerle come in “arresto” perché la regnante confusione è una mentale contusione che non giova all’animo neppur per un solo attimo. Se uno vuole scrivere di pensieri da donare agli altri volentieri per far in semplicità capire ciò che dal suo animo vuol far uscire deve poi accettare qualunque sia il commento a ciò che si è voluto metter in movimento con parole che racchiudano un senso
per esser poi anche compreso non pretendendo però orchidee nel mettere a nudo quelle sue idee depositate alla luce del sole che non sempre ha “aureole”. Nessuno è nato genietto In questo mondo imperfetto. Ognuno di noi ha i suoi limiti Ma non per questo si è sconfitti. Non c’è come accettar la critica per far migliorare la pratica. Nilodan (Dalla raccolta “Pensieri & Ricordi”) 21/05/2008

ULTIMO ATTO

“ULTIMO ATT0” Quando in quel dì non lontano sui miei lucidi occhi calerà quell’oscuro velo che con se porta la morte ed il mio cuore ormai stanco di combattere con un ultimo sussulto avrà tolto ogni alito di vita
a questa mia presenza terrena come vorrei che TU, caro angelo mio scendessi al mio fianco a raccogliere la mia piccola anima nel momento del suo distacco per accompagnarla a purificarsi alla fonte della nuova vita e così presentarla al Supremo per poi poterci ritrovare ancora insieme nell’eden celeste dove regna eterna la PACE la GIOIA l’AMORE Nilodan–Gi. Pi. 29/07/2007 (dalla raccolta “Pensieri & Ricordi“)

Cinque minuti

Come vorrei tornare indietro
Non chiedo molto
Non chiedo ne’ giorni ne’ ore
solo cinque minuti trecento secondi in una vita non sono poi tanti per il tempo che abbiamo vissuto gioito,
amato, riso e scherzato
Cinque minuti sono solo il tempo
che mi ha tenuto lontano da te
che non mi ha dato l’opportunità di raccogliere l’ultimo tuo alito
l’ultimo tuo sguardo l’ultimo tuo battito.
Cinque minuti che non m’han permesso di stringere ancora una volta la tua mano
di esserti accanto in quell’ultimo istante che la tua anima è volata verso nuovi lidi di speranza.
Cinque minuti non son poi tanti son solo trecento secondi sì,
quei trecento secondi che mi son mancati per giungere all’ultimo tuo appuntamento.
Lo so che il tempo non lo si può fermare
ma cosa non avrei fatto pur di poterlo fermare
avrei dato anche cinque minuti della mia vita. Scusa Amore …per quei cinque minuti…
Nilodan – G i. P i. 20 / 01/ 08 (dalla raccolta “Pensieri & Ricordi”)

PENSIERI e RICORDI

Fino all’ultimo ho sperato
Con le lacrime agli occhi ho pregato
Di vedere il sorriso Ritornare sul tuo viso
Di poterti riabbracciare Sorriderti e baciare
D’amarti ancora
Ora dopo ora
Di ritornare felici
A scorrazzare ancora in bici
Per poi sull’erba distenderci
E con un semplice sorriso intenderci
Ridere ed anche scherzare
E qualche volta pure bisticciare
La vita era tutta un sorriso
Scolpita sul tuo dolce viso
Nelle notti belle
Insieme in ciel guardavam le stelle
Esprimendo nuovi desideri
Nella speranza che tutto s’avveri
Guardavamo la lucente luna Chiamandola “ figlia notturna”
E prima di coricarci alla sera
Recitavam insieme la preghiera
Tutto era meraviglioso
Ed ogni cosa faceva il suo corso
Felicità gioia ed amore
Non davano segni di dolore
Regolare la vita scorreva
Anche se ai primi dolori ancor si sorrideva
Scherzando si diceva “ Vedrai che tutto passerà Ed il sereno tranquillamente poi arriverà ”
“ Il tempo è una medicina Vedrai che tutto tornerà come prima ”
Tra le gioie e i dolori
Si sperava sempre in tempi migliori Nel più profondo del mio cuore
Sta racchiuso il tuo amore
Gran gioia e felicità
Che nessun giorno sfalderà
Il tuo volto sorridente
E’ ancor tutt’or in me presente
26 anni – 5 mesi – 5 giorni
Te ne sei andata senza più ritorni Con un silenzioso addio
L’anima tua è volata tra braccia di DIO
Un dì anch’io vorrei salir da Lui e ritrovarti
E nuovamente ricominciar ad amarti
Ho gli occhi lucidi e stanchi
Mio amor…quanto mi manchi
Or tra le stelle di lassù
Ce n’è una che brilla ancor di più
E’ una nuova nana
Dallo splendido nome di nome *A D R I A N A*
Nilodan – -Gi. Pi. 17-05-2007 (Dalla raccolta “Pensieri & ricordi”)

odev

Vedo

senza titolo 1

taci i lamenti non farli uscire dalla pancia affogali nel ventre per sempre buongiorno! spirito trasgressore illusionista notturno
nero alchimista cesso di stazione Belzebù dolce ma viscido battente di finestra rumoroso muro invalicabile morso velenoso dottore in gonne a brandelli imperatore di sguardi colto in fragrante dolce pastiera biscotto rotondo al cioccolato tu suppongo ti senta superiore perché conosci il cammino veloce sei un magnifico atleta e dopo aver attraversato il mio cervello così ti fermi su questo pezzo di carta

PORTO PIRRONE

Mentre l’onda si infrange leggera
la mia anima vola serena
sono qui seduto sulla storia
anche se il mondo la ignora
al mio lato la donna amica
che sollieva ogni mia ferita
mentre un allegro suono rompe il silenzio
di questo mare cosi’ immenso
aspettando che arrivi sera
e’ un fiore giallo
la mia ringhiera

MARE

Guardavo il mare intorno a me
e non pensavo che a te
mentre il sole sta a guardare
ed io li ad amare
e la barchetta fa su e giu’
ed il mio cuore non ne puo’ piu’
non vedo l’ora di darti un bacio
mentre il vento e solo di intralcio
perche’ allontana le mie parole
che parlano solo d’amore
e le portono dove non si sa
almeno loro volano in liberta’

Pubblicità

Seguiresu Twitter

Categorie

Archivi

Pubblicità