A prua

di

CLAUDIO INNOCENTI


Ruggisce il leone

a prua sulla polena,

aggredisce le onde

con impeto, quasi

volesse dire che

lui Ŕ il re del mare,

il furore di tutti gli oceani

e a lui ognuno si deve inchinare,

mostrare la propria obbedienza.

Corre veloce il veliero

col favore del vento e della buona sorte,

ma nessuno lo vede, diafano nell' aria do sale

sottomessa al suo volere, padrone del tempo.

E' un veliero fantasma

che porta con se storie di pirati,

i segreti di isole del tesoro

che ancor aspettano il ritorno

di chi naviga negli oceani dell' eternitÓ

col piglio del leone

che ostenta la sua voce fiera

nel mugghiar di remoli d' onda minacciosi.

avatar

CLAUDIO INNOCENTI