Vuoto (Tanka)

di

ANGELA RANDISI




Strinsi le mani
avevo tanto freddo.
L'ultima legna
profumava di rose
in quella casa vuota.

Composta marted́ 8 novembre 2016

avatar

ANGELA RANDISI