ode al discobolo

raccolti sali minerali
la rida fonte
il momento e' prossimo
saro' pronto
la superfice increspata
galleggia il tuo arrivo
non serve più tastare
la direzione del vento
il furore le orecchie tappate
del corpo di mortaio

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento