macchina di notte

Macchina di notte
Scende la notte
Sulla strada,
che si popola di ombre
e demoni,
le auto sfrecciano
nottetempo,
la macchina và,
tagliando il buio,
i fari frugano nella notte
scura,
e un fascio bianco,
dardeggia la striscia mediana;
la strada si dipana ,come un nastro
infinito;
luci e insegne,
club notturni,
si riflettono,
nella vernice metallizzata;
cielo nero,
mondo a parte,
il mondo della notte,
coi suo personaggi,
le stranezze,
giovani vanno veloci
scherzando forte,
vanno verso
la notte giovane,
da vivere,
da sentire.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento