È così che ti conobbi

È così che ti conobbi
una futile scusa
e le nostre strade
si incrociarono.
Con qualche filo
grigio tra i miei
capelli color
corvino
e un’infinità
di desideri
racchiusi
in un cantuccio
del cuore.
Sognatrice
da sempre
mi trastullo
tra le fantastiche
fantasie che
frequentemente
attenuano
le amarezze
dell’anima.

Luigia Ilari