d'ancestral prostrarsi memore

D'ancestral prostrarsi memore
si frastaglia nell'aria 'l carsico tuonar
e l'ombra fiera del basaltico monte
di color orfana lascia.
schiaffeggia il fiume rapide di rimembranze
nell'icastico decomporsi del suo scorrere
ombre di obliate funivie
dinanzi a stordito ciel dimenansi
qual impalpabili baiadere di Elios.
poi fa 'l tramonto la sua trappola scattar
nell'orlo rotolan di traditrici tagliole
l'inespresso e il non pensato
imbarbariti e impotenti rintanansi poi
in sorsi inviolati di rugiada
di mughetti che mai inganneranno.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento