Pubblicati da Surrealex Ivanov

Il sistema filosofico di Leopardi

In diversi punti dello Zibaldone, Leopardi afferma che l’autentico pensiero filosofico non può che assumere una forma sistematica. Un centone di opinioni non fa una filosofia, una raccolta di aforismi nemmeno. Lo stesso Zibaldone si presenta esplicitamente come l’abbozzo di un “sistema” che dovrà essere sviluppato in ogni sua articolazione. Ecco distrutto un altro dei tanti miti […]

caos ed eros

Nella “Theogonia”, Esiodo pone tra gli dei più antichi “Chaos” ed “Eros”. Chaos è il patriarca dell’intera schiera degli dei posteriori. Chaos non rappresenta il disordine, è piuttosto l’abisso originario che precede la luce, il vuoto spalancato che precede il divenire del cosmo inteso come totalità illuminata dalla legge della bellezza universale. Ed è su […]

Leopardi metafisico

Non sono rari i passaggi dello Zibaldone da cui emerge un’evidente impronta metafisica, si pensi a quella breve annotazione risalente al 1818 in cui Leopardi descrive lo stato di insoddisfazione ontologica in cui versa l’essere umano, caso unico della compagine della natura. Soltanto l’uomo non è contento di sé tra tutti gli esseri viventi: prova che in […]

Dante e il poeta-demiurgo

Tra le tante riflessioni di carattere metaletterario presenti nel secondo libro del De vulgari eloquentia, ce n’è una che viene spesso trascurata dai lettori e dagli studiosi di Dante. Si tratta della differenza che passa tra un poeta vernacolare, come ad esempio gli autori della scuola siciliana, e un Autore degno di tal nome che […]

“Fame”, Knut Hamsun

“Fame” di Knut Hamsun, appena iniziato. Potente, visionario, febbrile. Bruciante “alla Dostojevskij” ed espressionista “alla Strindberg”, tanto per dare due coordinate di riferimento, senza alcuna pretesa di fare confronti tra mondi inconfrontabili.

ricordando il Maestro Eugenio Garin

Per Eugenio Garin, il Rinascimento non è stato soltanto una tappa fondamentale della cultura mondiale, ma una concezione della vita e della realtà che afferisce, direi, al livello esistenziale primario. Appartiene a quella che Giovan Battista Vico avrebbe chiamato la “storia ideale eterna”. Il Rinascimento è la presa di coscienza di un’età gloriosa della storia […]

etica e poesia

Il filo conduttore che unisce Dante a Leopardi, a distanza di secoli e nella dismisura dei contesti storico-culturali di riferimento, è il fatto che in entrambi la poesia è imbevuta di sostanza etica. Il soggetto poetico è un soggetto etico. Alla denuncia dello stato presente di cose, corrotto e servile, corrisponde l’appello alla costruzione di […]

Ulisse senza “nostalgia”

L’interpretazione “nostalgica” dell’Odissea, la cui matrice neoplatonica è ben nota, procede dall’idea secondo cui tutte le peripezie di Ulisse costituiscono altrettanti inciampi rispetto al vero scopo del viaggio, il ritorno a Itaca, il rimpatrio. Ma il motore del viaggio, non potrebbe consistere nell’attrazione che Ulisse prova nei confronti delle forze del caos? Cosa lo spinge […]

gli aforismi di Ennio Flaiano

“Un libro sogna. Il libro è l’unico oggetto inanimato che possa avere sogni.” Così Ennio Flaiano. Nei suoi aforismi, la sferza letteraria si alterna a momenti di struggimento intimistico, come in questo caso.

su “Aurora” di Nietzsche

Aurora di Nietzsche è un immenso gioco di vertigine. O meglio, è la messa in opera della verità dove l’esercizio speculativo della vertigine si affaccia sull’abisso della morte di Dio.