Pubblicati da Sabyr

MUDRA

Un mantra scolpito a punta fine nella pietra, I silenzi dimorano, essenziali. Piccola ulcera di luce sulla faccia di un arcobaleno spento che germoglia lento in sette nuovi colori, la mia insolita preghiera senza necessità di un dio. Un mudra congiunge i palmi caldi delle mani. Concentrazione, dedizione. Che mi sorga il sole negli occhi […]

Ostaggio

Inchiodo le mani ad un silenzio e gli occhi ad un muro. Crocifiggo i pensieri nudi come fossero di carne. Ascolto il battito del cuore e lo sento ribelle al petto, Sono un piccolo ostaggio nella prigione di un me stesso avvezzo a un carceriere che porta il mio identico nome. Che indossa i miei […]

Perfect exorcism

Perfect exorcism Butto nel fuoco le mie ombre per guardarne il volto confuso svanire lento nel fumo La fiamma è potente. Dilania i cattivi spiriti. Brucio una vecchia foto di me e i suoi occhi vampiri. La macchia maligna che mi chiazza il cuore per colpe antiche e dubbie resta lì. Allora sputo il veleno […]

Quando il drago uccise la falena

A caccia di luce nella gola bruna della notte. Credendo il buio avversario. Che l'amore ti sia guida e lanterna. -Erano splendide le piccole ali- Un volo in cerchio nel cielo nero e lo smarrirsi in un imbuto vuoto poi l'apparire della fiamma vivida E la sua bellezza calda. – La sorgente l'attirava verso l'alto- […]

Un nome antico

Un pensiero fresco e liscio come la seta mi fruscia in mente, è un nome antico ricordato sulla soglia di un oblio. La sostanza leggera del vento lo accompagna da me. Ed ha i tuoi occhi. E le tue mani. Le memorie a volte sono danze, altre volte sono luci. Ogni tanto sono voci. Sempre […]

" BAUDELAIRIANA"

"Ho le braccia a pezzi per aver abbracciato le nuvole " – C. Baudelaire Nel mio giardino ho fiori vermigli appena dischiusi. Hanno un cuore maligno e il sole li ustiona come il fuoco dell'inferno. Hanno il profumo del tempo che fugge. La decadenza dell'appassire già segna i petali di velluto bagnato. Ma in fondo […]

Da sentro sembro solo marea

Mi guardo dall'interno e sono un movimento convulso di nervi e sangue. Da dentro sembro solo marea E vedo un involucro di pelle illuso nella sua forma che cerca di contenermi, invano. Straripo, fiume di sudore. Sono in lotta con questa gabbia dalle sbarre d'ossa e carne. Eppure amo il mio carceriere. Da dentro sembro […]

SOPRAVVISSUTA

Echi di voci perdute si smembrano nell'etere, riverberi di persone scomparse ed io cerco i tuoi colori contrastando dissolvenze. Pallida la rosa sopravvissuta nei giardini del tempo. Perlacea lacrima di rugiada. Antico il profumo contaminato da polvere e impurità attraversa le narici e passa greve al cuore. L'essenza del sangue resta visibile anche quando esso […]

Dell'amore

Io dell'amore conosco l' ignea bellezza di un divorante avvampare di sole e un niveo candore di luna. Comprendo il buio che questo sentimento fatale eppure salvifico contiene come un otre che mai ne è colmo. eppure ne colgo la luce immensa per cui il cielo è insufficiente. E so che esso è acqua come […]

NASCONDIGLI

Nelle pieghe della pelle il segreto della storia che il tempo scrive. Amuleti e maledizioni, silenziose imprecazioni occultate, appartate in tasche invisibili, segrete all'altezza del cuore. Rifugiare ricordi con la gelosia di un amante in piccoli nascondigli protetti con la cura di una vera madre. Dare alloggio all'amore. Io, custode d'essenza. Sabyr