Pubblicati da Cesare Moceo

Oscurità

E restiamo così, invecchiati nel male, dove la finta bellezza seduce e le false passioni pervertono. Noi, tutti ormai operai fraudolenti, a piangere secche lacrime d'amore e di viltà, a donare al mondo ingiuste sentenze, che opprimono l'innocenza e assolvono la malvagità. E verrà quel giorno, quando d'un balzo c'addentreremo tra le tenebre a soffrir […]

La solitudine…un piacere dell'anima

E quando verrà il Giorno, vorrei aver accanto solo i miei pensieri più folli, dolcemente disposti uno dietro l'altro nell'umano affanno, così che il mondo possa contemplarli d'ira o di pietà e ogni giorno rinnovarsi nel piacere di quelle follie, le cui fosche essenze ho misurato negli onori alla mia povertà germogliata nell'anima. . Cesare […]

Le virtù della clemenza

Vittorie ottenute contro le eresie, contro gli empi tormenti che, come onde marine, s'insinuano tra le pieghe dell'anima. Trionfi acquisiti contro il potere delle tenebre, portati in gloria dalla dignità mossa e commossa dalla miseria umana. Successi, raggiunti nella speranza ardente delle memorie antiche apportatrici di Pace. Apoteosi mirabilmente intrise nella Fede e abbracciate al […]

Indimenticabili mali

I ricordi, gioielli preziosi da custodire; e son grida di disobbedienza che acclamano arcane anime dalle tenebre, epopea nefasta del passato, là, dove già da tempo, son rinchiuse negli abissi delle interiorità represse. Confidenze d'uomini a ricercare antiche felicità, pronti a fare i "bravi" che,mentre io scrivo, anelano a perniciosi giorni. . Cesare Moceo vecchio […]

Il profumo dell'anima

E resto qui, così estasiato a guardare nella vaghezza dell'orizzonte indefinito. E mi sento immerso in una sorta di contemplazione affettuosa, difficile da raccontare, quasi fosse un abbracciare intimo di sensazioni dell'anima vestita di soprannaturale il cui profumo s'espande gradito al mondo. E resto ancora così abbagliato di Luce Divina, a far tesoro di meditazione […]

Voglie

All'acuminato pensar vengon da sè sanguigne parole; là trovano spazio motivi d'accanimento e di glabra noia e, in quella petulanza senza emozioni, s'apprezza il silenzio e la sua eccitazione al gusto di dolci malizie, in brandelli di piaceri di tormenti e di speranze, sventolanti gelide e crudeli, che s'inseguono in un vortice di desiderio scomposto […]

Non potrà mai essere ucciso un raggio di sole

Ed è stata come una condanna il mio desiderio continuo d'estraniarmi tra gli istinti. Dentro false realtà, dove poter esibire il sapere in uno spreco di pensieri e di vuote emozioni. Là cercai tra la mia bravura la speranza di potercela fare e ora queste scarne parole, al coltivar di quel sogno, dicono al mondo […]

Le emozioni,sono frutti per l'intimità

Intimità evocative, a far sentire a ognuno qualcosa, qualunque cosa, sia essa triste,allegra, romantica o inebriante Ogni intimità deve essere ipnotica, capace di attrarre a sè emozioni che la penetrano, calde e sensuali, adagio, con passionevole discrezione e senza alcuna malinconia che possa in qualche modo offenderla, cosicchè,dischiusa in un'adolescenza senza freni, ognuna possa accogliere […]

Fracidío di pensieri in fradicia mente

Un gelo pungente e umido penetra la mente insinuandosi malefico nell'anima causando in essa nuove rughe e nuove cicatrici È la vita che inaridita e nuda detta traversie alla malinconia in riverberi d'antichi splendori E in quella rispondenza d'amorosi sensi vivo col pensiero di costruirmi la più giusta etica tra gl'ideali che la trascendono e […]

Solo

Così m'hai ridotto,vita, a sperimentar in me ambiguità e nostalgie, cerchi squadrati del ricordo di qualche comoda placenta dentro cui m'impietosivo disdegnoso del mio destino, dei miei più intimi travagli. Così resto ora, a consolarmi in questo deserto vivere; cosi resto, ai sospiri di quel vuoto schiavo, a attender gli arditi effetti degli amari affanni […]