Mare

Aria salata,
respiravo io,
pensando al nostro addio,
mentre le onde si scagliavano contro gli scogli.
I miei occhi spogli,
pieni di lacrime si sentivano come,
un oceano cauto in ogni movimento,
con timore e coraggio,
di far scivolare un'onda,
mi sentivo spoglia,
indifesa,
sola.

Mare

Sii profondo come il mare e inarrestabile come l'onda di uno tsunami.

Mare

E guardo il mare
La sua scollatura
É così vasta
Che lascia spazi…
Ammiro le onde
Dolcemente arrabbiate
Non sanno stare
Ferme a riposare.
In alto brilla
Scottante il sole
Per nulla curante
Si specchia e abbaglia.

MARE

Guardavo il mare intorno a me
e non pensavo che a te
mentre il sole sta a guardare
ed io li ad amare
e la barchetta fa su e giu’
ed il mio cuore non ne puo’ piu’
non vedo l’ora di darti un bacio
mentre il vento e solo di intralcio
perche’ allontana le mie parole
che parlano solo d’amore
e le portono dove non si sa
almeno loro volano in liberta’

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento