DESERTO

Vivevo gaio e felice
come un'eremita,
nel mio deserto dorato
con il cuore arido.
Quando vidi il tuo
unico, immenso sorriso.
Tutto m'illuminai.
Fu subito amore.
Nel mio cuore spuntò un fiore: il nome era il tuo.
Ora che ho conosciuto
la felicità e l'amore,
non lasciarmi, ti prego.
Non potrei più vivere senza di te.
Non potrei oramai ritornare
il quel caldo, adusto,
insopportabile deserto.

Deserto

Fluida, tra le bianche mani, come oro scintillante lasci carezze nei pugni chiusi. E celere scorre, tra granelli di sabbia quest’amore elargendo miraggi.

Un’oasi per accogliere cuori rapiti, sogni di reali visioni si animano.

Sei lì tangibile, minuta e immensa mentre ti stringo nei miei pugni chiusi per non lasciarti andare via da me!

Un attimo fuggente e sei svanita, vortice di vento impetuoso, oro pungente sul mio corpo nudo.

Miraggio adesso son le tue bianche mani. Deserto, sconfinato deserto. E mi perdo… Deserto, solo deserto senza te!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento