Al di là del presente

Risintonizzo oggi
i miei giorni e le notti
che come bastoncini
d'incenso bruciano,
liberando fragranze
che rigenerano l'aria,
e rilasciando essenze
al piacere dei sensi.
Allo stesso modo,
arde il mio vivere,
tra sogni e chimere,
proteso verso
future primavere,
allegre e profumate,
con la voglia immensa
di donarmi ;
orizzonti lontani
eppur tanto vicini,
traguardi sempre sognati,
per anni cercati
e adesso voluti a
ripagar la fatica
di questa mia vita,
abbandonandomi
a ciò di cui ieri
mi ero privato;
"immergermi
in melodie semplici"
e a chi mi domanderà
cosa voglio di più dalla vita,
risponderò:-
Un mondo dove
non si tace
e che abbia nelle passioni
la sua pace.

Cesare Moceo Ragazzo del 53
poeta di Cefalù- destrierodoc @
Tutti i diritti riservati

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento