Aforisma

Il seme della saggezza

La buona ragione è il seme della saggezza che fa germogliare i fiori dell’ amore, sinergia vincente per un mondo unito.

Occhi persi nel sogno

Le parole vagano nell’ aria. si confondono tra le nuvole, plasmano i canti del vento. Formano negli orizzonti isole rosa che si sfumano nell’ azzurro bagnato di rugiada, alba festosa che onora la vita nella luce di un mattino di Primavera dove gli uccelli cantano in allegria. Sorrisi che portano meraviglia in occhi ancora persi […]

IL SENSO BREVE DELLA FORMA (Wabi-sabi)

  Vedi Gregor come si sbricia la pagina del tempo, ti specchi nell’amore nell’occhio che s’incurva, si stenebra lo scheggio, dell’inope vigliaccio non resta che uno stocco, questa estraneità della bellezza, dell’armonia stravolta in un catino di mondiglia. E si affannava in petto il suono della cetra, il movimento di abscisse code, nell’agoraio sparve un […]

Paura

…non ho mai avuto paura di essere in povertà di vivere solo di stare male di morire ma di restare senza amore… Fez

Poesia Tanka

Stille di luce su ciglia nel manto blu, gota di speme lene libra stupore una duna d’anima. ©Laura Lapietra

KOMOREBI (L’Effet Miroir)

Oggi il muro è uno specchio di girandole, s’attarda un geco sull’ombra arsiccia di combuste sorbe. Vortici di polvere d’oro disfiorano corolle di pervase schiere, di vaniglia e di bambage dove rinasco fiore, dove rinasco albero che sporge dal rigagno. S’inforsa il giorno nel campo dell’ortica ed il silenzio ha un che di vago, di […]

Campi di dignità

Campi di dignità estirpati dalla speculazione selvaggia. Ciò che resta dell’ uomo è uno stelo senza petali e foglie, linea senza trama, senza emozione. Senza volontà, senza più voglia di volare in desideri vestiti di speranza, nella leggerezza dell’ amore per vivere in pace la breve Primavera della vita.

YUGEN

  Di sogni si tinge il mare e l’occhio tuo – dislagata stilla – che di ricordi di vento e di stelle marine si densa, cilestro, nella vena d’argillite rischiara la pupilla. Trasluce la luna dall’artiglio di risacche e nell’orbita mesta di ginestre si schiude l’Universo. Thea Matera ©️

Oltretutto Oltremondo

E mi manchi ancora carezza d’estate di seta a fiori variopinti di sussulti e bisbigli d’amore sulla mia rosea bocca orfana di rugiada del tuo ardore, orfana di alacrità nelle tue movenze, orfana di quei fondali nei tuoi occhi colmi di buriana tinta di porpora, vento caldo che incendia il dolce miele sulla pallida pelle […]