Il mio guardar il Cielo

Sogno fiati di felicità gioie cui il respiro si possa cullar nel petto Sogno ancora gesti generosi armonie spontanee a donare tranquillità ai sonni di tutti E là ridere e piangere tra il dormire e le veglie tra le fiamme dei sogni che più non scaldano e del cui calore oggi siam privi Cesare Moceo […]

Cose tra le cose

Puoi giocare con il paesaggio, il cielo e l’orizzonte ad libitum. Non scaturirà nessun prodigio nei secoli dei secoli. Metti pure tra parentesi l’eternità e il niente. Non siamo fatti per questo, ma per essere ormai cose tra le cose, parole logore tra parole logore. Ignora varianti di stagioni, vie e profili. Ignora la lungimiranza […]

Un tempo

Lascia che questa città sia benedetta ancora dalle sere d'Estate. Lascia che queste strade siano benedette ancora da un cielo terso. Lascia che questa città ci maledìca per sempre. Un tempo anche noi siamo stati benedetti dalle sere d'Estate e da un cielo terso.

Sulla mafia

Sono Scirocco su aranci e limoni. Sono in prima fila alle processioni. Sono sempre temuti e rispettati. Sono sempre più uomini d'affari. Sono disposti a tutto per la famiglia. Sono ormai degli eroi negativi. Sono ruote dentate del sistema. Sono false identità alla frontiera. Sono il possesso illegale d'armi. Sono il cemento depotenziato. Sono la […]

Festeggerò le vittorie della volontà

"Sarò musica vera che resta" (Il Volo) Sto qui a muovermi lento passo dopo passo nel mio più breve rilascio senza avere alcun controllo del presente nell'agognata speranza di tagliare indenne il mio traguardo E vincerò il mio trofeo d'immenso silenzio e di lacrime intrise d'amore da cui ho scrostato le salate arroganze felice nel […]

Un tremito…

Vorresti raggiungere il nervo delle cose, ma un battito di ciglia non è un colpo di ali che ti solleva ed è vana ricerca aspirare al sillogismo dell'esistenza. Così ritorni nell'orbita della vita come una favilla ormai incasellata in una goccia, come in una impronta di luce un tremito d'ombra.

La vita

La natura, le sue trame, i suoi canti e la vita come una immagine che si può mettere a fuoco solo quando si è distanti.

Sull'essere

Essere per lo più… se l'essere non è stato violato o se ha fatto testamento a quel gatto randagio per esempio… no..non credo che sarebbe uno scempio, perché è chiaro che incartocciarsi su se stessi non significa che uccidersi involontariamente(dato che la vera intenzione era inscenare un finto suicidio). Se tu pensi che sapere di […]

Comunicazioni del dispiacere …all'incomprensione

"…grave è la sensazione che Dio non si rivela più, sembra essersi rinchiuso nel suo cielo, quasi disgustato dell’agire dell’umanità…" (Giovanni Paolo II) Nuove dimensioni senza alcun contorno si stagliano nel convincimento di sentirsi inetti per non aver saputo apprezzare il vivere E immensi pentimenti per disincanti spavaldi assaltano le anime intrecciando i fermenti interiori […]

Eteronimie da declino

Pensieri sconnessi obnubilano la mente nel suo guazzar d'immenso piacere al dedicar l'ingegno alla sorte maligna sfruttando le sofferenze dell'anima oppressa penitente nella solitudine e imbalsamata nel calore del più torrido silenzio come fosser grida silenti di disprezzo e di terrore a squarciar tristezza e precorrer le paure E continuo a darmi del Tu nell'intima […]