Benvenuti su Aloangaset.it

Dal 1998 abbiamo accolto opere di numerosi autrici ed autori contemporanei,

cercando di dare spazio alla creatività e alle parole, sempre gratuitamente.

Oltre alle poesie, raggiungibili all’indirizzo www.poeticontemporanei.it   ,

le opere sono classificate in altre tre categorie :

il Diario, i Pensieri e le Voci Nella Notte…

Aloangaset, le ali dei tuoi pensieri…

Poeti
Contemporanei

Naviga nel mare delle parole,

condividi con il mondo

le tue poesie.

4073

Poesie pubblicate.

Diario

Le pagine del tuo diario :

racconti, articoli,

commenti sul mondo.

625

Pagine di diario pubblicate.

Voci nella Notte

L’elenco delle frasi,

parole e pensieri

suggerite dalla notte…

36

Voci nelle notte pubblicate.

Pensieri

Frasi  brevi

aforismi

pensieri…

328

Pensieri pubblicati.

Le ultime opere pubblicate

Il nuovo sito

Ho sempre cercato di rendere Aloangaset.it un sito funzionale, semplice da usare e sicuro per tutti gli autori che contribuiscono con le loro opere.

L’evoluzione costante e dinamica del web, rende oggi complicato portare avanti da soli : codice del sito e gestione dei contenuti contemporaneamente.

Ho quindi deciso di migrare verso la piattaforma WordPress, la più utilizzata al mondo per gestire siti multi autore come il nostro. Questa scelta dona al sito un back-end ( area personale degli autori ) evoluto, nel quale si possono scrivere opere con impaginazioni più moderne, corredate da link, immagini, video, etc.

In più posso dare ruoli differenti agli autori, rendendoli più liberi nella pubblicazione e modifica delle proprie opere. Questo è uno degli elementi più importanti.

Scrissi la prima pagina di questo sito nel lontano 1998, in html statico, per pubblicare le mie poesie. Alla data di oggi abbiamo superato le 4000 opere, ed i 200 autori.

Evoluzione, crescita, passione.

Una nuova pagina…

Aloisio Antonio

Amministratore di Aloangaset.it

Abbracciami

Vorrei togliere per un attimo dal mio cuore

Quelle paure che mi fanno sempre fermare a metà strada,

Anche per pochi istanti desidererei avere quelle sicurezze che mi mancano,

Vorrei potermi guardare allo specchio ed avere gli occhi aperti,

So che il mondo che voglio non esiste

Ma io esisto ,vorrei fidarmi di me

E non essere solo di aiuto a gli altri

Ma poter aiutare me stesso.

Fermerei quelle lacrime che mi fanno vergognare di me,

Mi farei avvolgere senza tremare da quell’onda di quel mare che inganna,

Mi laverei col sudore di chi è stanco di dirmi che io posso farcela,

Perché devo sempre pensare che chi mi ama va via?

poi non mi accorgo che c’è, è sempre li ,ed io non vedo,

sarebbe bello nutrirmi con la speranza che potrò un giorno cambiare

e non soffrire più per quello che vorrei essere e non lo sono,

le barriere attorno al mio corpo

mi impediscono di ricevere quell’abbraccio,

quel calore sincero di chi sa solo amarti,

se mi vogliono bene sarà che forse non sono sbagliato?

Vorrei che la mia anima si staccasse da me

Che mi guardasse e mi dicesse………anch’io ti voglio bene.

Genny Caiazzo

Le meraviglie dell’amore

Nel chiarore fioco
delle stelle scende
la notte avvolta
dal silenzio.
Luci spente
alle finestre
e i sogni prendono
il sopravvento
per perdersi
nell’infinito
io e te, cuore
e anima si fondono,
si plasmano, sino
a divenire una cosa
sola.
Sotto le sapienti
dita i corpi fremono
avvolti da emozioni,
sospiri, desideri,
battiti pulsanti
di vita, si cercano,
per unirsi alle odi
e alle meraviglie
dell’amore.

Un sogno spezzato

04/06/2020

La vita a volte è crudele

due vite spezzate in un attimo.

Virginia e Carmelo

siete volati in cielo .

Morti per un tragico incidente.

Dovevate sposarvi

e coronare il vostro sogno

Stavate ristrutturando casa

per il vostro futuro.

Triste è crudele la morte

arriva come un macigno.

Dovevate rimanere uniti

ma non così

In un attimo tutto finisce

e i sogni spezzati per sempre.

Questa è la vita ,non possiamo cambiare il destino.

Riposate in pace.. oggi il paradiso avrà due nuovi Angeli.

Maria Concetta Terracina.

silenzio e rumore in Dante

Silenzio e rumore sono i due limiti asintotici che la scrittura dantesca, nella Commedia, sfiora a più riprese. Da una parte il silenzio mistico verso il quale si protende il linguaggio umano, nel Paradiso. Dall’altra, il rumore della phoné priva di luce intelligibile, che risuona nel fosco borborigmo di Pluto (Papè Satan, papé Satan aleppe) e di Nembrot (Raphel maì ameche zabi almi!). Sotto un certo profilo potremmo affermare che il rumore infernale sta alla dannazione come il silenzio angelico alla salvezza eterna. Le categorie teologiche, in Dante, assumono quindi una valenza metaletteraria.

Vecchi link condivisi

I vecchi link condivisi su Twitter o in vario modo su internet, sono funzionanti ma rimandando ad una sezione ridotta del vecchio sito.

Le stesse opere le troverete anche sul nuovo sito ma con un link diverso.

Le nuove opere pubblicate si troveranno solo sul nuovo sito.

La magia e le 3 ragazze – Episodio 1

L’amore

Con il tuo sorriso
mi sei apparso
all’improvviso,
ho sentito
un brivido
e ho capito
che avresti
cambiato il mio
destino.

C’è chi mi chiama Poeta

Non vorrei avere memoria

Cancellerei la mia storia,

sento addosso il passato

e il futuro sembra dannato,

affannato vado in salita

scrivo pezzi di vita,

l’ansia mi fa da cornice

nel mio quadro infelice,

scappo via dall’amore

che da solo dolore,

resto fermo e mi blocco

e mi sento uno sciocco.

Un pensiero inquietante

Mi mantiene distante,

scompaio all’improvviso

abbandonando il sorriso,

la speranza cerca fortuna

in tasca un frammento di luna,

un sentimento represso

diventa solo sesso,

bevo illusioni e bugie

mangio rime e poesie,

mi rifuggo nel gioco

ed il denaro va a fuoco,

il senso della ragione

giace in un eterna prigione,

anima da profeta

c’è chi mi chiama poeta.

Genny Caiazzo

Bello e dannato

Il sapore di quel bacio immaginato

Il brivido sulla pelle mai provato,

il desiderio di volere un po di più

nel letto del peccato mi aspettavi tu,

senza avere discriminazioni

l’amore accende calde emozioni,

gelido resto come un marmo bloccato

che io cedessi lo davi per scontato,

il passo decisivo mentre fuori fiocca

ma chi non amo non mi tocca,

dar vita alle tue voglie non ti è concesso

non sono uno svago per una notte di sesso,

io vedo con gli occhi dell’amore

e dentro al letto ci metto il cuore,

il tuo sterile fiuto ti ha ingannato

angelo nero bello e dannato,

niente è lecito giudicare

tutto è vita se si è disposti ad amare ,

il tuo gesto capriccio lo chiamo

io vado a letto solo con chi amo .

Genny Caiazzo

L’arte

L’arte deve essere messa in primo piano,

senza di essa non si va lontano,

mai sentirsi sicuri e già conclamati

specie se si è raccomandati,

l’invidia o altro si mette da parte

puoi dire la tua se sai fare arte,

il palco è fatto per tutti non solo per uno

ma se non sai fare niente non ti ricorderà nessuno,

con umiltà resta sempre te stesso

è l’arma vincente per raggiungere il successo,

l’arte è di chi da risposte ma fa anche domande

chi non si sente superiore agli altri è un grande,

la strada degli artisti è tortuosa e infinita

devi essere umano e solidale prima nella vita.

Genny Caiazzo

Secured By miniOrange