Benvenuti su Aloangaset.it

Dal 1998 abbiamo accolto opere di numerosi autrici ed autori contemporanei,

cercando di dare spazio alla creatività e alle parole, sempre gratuitamente.

Oltre alle poesie, raggiungibili all’indirizzo www.poeticontemporanei.it   ,

le opere sono classificate in altre tre categorie :

il Diario, i Pensieri e le Voci Nella Notte…

Aloangaset, le ali dei tuoi pensieri…

Poeti
Contemporanei

Naviga nel mare delle parole,

condividi con il mondo

le tue poesie.

4249

Poesie pubblicate.

Diario

Le pagine del tuo diario :

racconti, articoli,

commenti sul mondo.

652

Pagine di diario pubblicate.

Voci nella Notte

L’elenco delle frasi,

parole e pensieri

suggerite dalla notte…

39

Voci nelle notte pubblicate.

Pensieri

Frasi  brevi

aforismi

pensieri…

383

Pensieri pubblicati.

Le ultime opere pubblicate

Gocce di rugiada

Non temo la tempesta
poiché io stessa
ne faccio parte.
Un vortice
travolgente
di forte vento,
persino momenti
di calma,
di luce, di sole.
Bella e affascinante
mi amerai alla follia,
sarò con un fior
di loto
tra i miei capelli,
come la sua foglia,
brillanti gocce
di rugiada.

Luigia Ilari

SYNCHRONICITY (Au dessus de la ville)

Il silenzio che segue
al rumore della foglia
socchiusa,
alla nuvola
spezzata,
alla luce implosa
dietro l’antro,
nell’ombra dei ciocchi
di quercia,
rassomiglia
all’impronta leggera
della fiamma,
allo sprazzo di fuoco
che scricchia
lungo il cavo
della siepe,
per sparire
fra i ricordi,
fra rami convessi
e spighe acuminate
e piene,
come l’istante
solenne
di una stretta
di mani,
di un furente
abbraccio.
Thea Matera ©️

Il chaos di Esiodo

Nella “Theogonia” di Esiodo “chaos” viene definito il più antico degli dei. Chaos non è il disordine, ma l’abisso originario che precede la luce, il vuoto che precede il divenire del cosmo inteso come mondo illuminato dalla legge della bellezza. La radice etimologica di “chaos”, infatti è il verbo “chaino” che alla lettera significa “spalancare le fauci”. L’essere della luce cosmica, dunque, scaturisce dalle fauci del chaos, secondo l’epica interpretazione dell’antico vate ellenico.

Uno spiraglio di sole

Cacofonia stridente del mare d’ Inverno
tra scorribande di vento
che  onde imponenti alzano
simili a dune di sabbia in movimento.
Veloci corrono le nuvole
coi frangenti d’ onda che cercano di afferrarle
e il mare che mangia la battigia
lasciando nell’ aria sapore di sale.
Meraviglia e timore assale,
non è il tempo delle favole
ma s’ apre uno spiraglio di sole
nell’ orizzonte di ponente
con scie di luce che come calde parole
percorrono il mare ribollente.

Emozioni

Anche oggi
mi sono fidata
del mio istinto
delle mie emozioni.

Ho fatto bene.

Posso non fare tante cose
ma non posso permettermi
di non pensarti
almeno un’istante.

Con te il tempo si azzera
Come per magia
Esistiamo solo io e te
Tutto il resto ,vola via.

Mary@MC Terracina.

l’abbaglio della verità

“La nostra arte è un essere abbagliati dalla verità”, scrive in un suo aforisma Franz Kafka. Traiamo due corollari: l’arte è esperienza carnale della verità, e non esperienza intellettuale del bello, o del sublime o di quale altra “categoria” estetica. L’arte procede da un abbaglio, da una luce incontenibile che ottenebra la vista, e che impedisce di chiudere la visione nella cornice rassicurante di una rappresentazione. L’arte è la messa in opera della scandalosa oscenità del Sacro.

Aforisma

La floridezza di un sorriso ammalia solo quando sboccia spontaneo come un fiore profumato illeggiadrito che si apre alla vita, per splendere in un istante unico racchiuso nella curva più elegante dell’anima quando illumina il suo volto, pura poesia per chi l’ammira!

©Laura Lapietra

Siamo

Siamo parole dette male
sguazziamo in un mondo surreale,
impotenti in un circuito che ci fa vedere
che vincono quelli che hanno il potere,
siamo cosparsi di ignoranza inaudita
diretti su strade senza via d’uscita,
perdiamo valori e colori
piatti vuoti senza sapori,
siamo gli ultimi arrivati
per molti quelli sbagliati,
aumenta sempre di più l’incoscienza
generazioni nuove senza riconoscenza,
ci cacciano via dalle memorie
siamo numeri senza storie,
per poco o nulla ci allontaniamo
pecore smarrire ecco cosa siamo.

Genny Caiazzo

TEMPUS FUGIT

Il sole gettato nel buio
d’acqua cosmica
genera sempiterni circoli,
orbitano in ordinate ellissi
astri d’ogni forma e luce,
il suono si propaga, tace.
Un tempo spezzavamo
le fionde di festanti cacciatori,
fuggivamo fra sassaie lisce
come perle,
fra cedri accesi come stelle,
fra suoni di buccine,
urtando le parole sopra i righi,
il bagliore negli occhi di un cerbiatto.
“Tempus Fugit” fra rette intersecate,
grandi cappelli
e bianche vesti di vapore,
finisce gli orci sbeccati,
s’insinua negli intrecci di vimini.
Thea Matera

In riva al mare

Me ne sto seduta
in riva al mare
osservo l’orizzonte
e ascolto il rumore
delle onde.

Li mi sento in pace
dimentico i miei pensieri
e preoccupazioni
affido tutto al mare.

Che con le sue onde
li trascina via dalla mia mente.
Amo il mare
azzurro come il cielo.

chiudo gli occhi
e cullata dalle onde
mi lascio trasportare
dove il mio cuore
desidera arrivare.

Mary@MC Terracina.

Secured By miniOrange